casashopping

ROOMBA: l’ho testato per voi ed ecco il risultato!

ROOMBA se vi dico questa parola voi a cosa pensate? Io a queste ultime 2 settimane in cui ho avuto il piacere di testare per voi  il robot aspirapolvere che ognuno di noi dovrebbe avere in casa!

Sinceramente: all’inizio ero molto scettica. Può un robot pulire meglio di un aspirapolvere abbinato ad olio di gomito?

Quindi mi sono approcciata come un gatto quando sta per far conoscenza con un cane.

Ma partiamo per ordine, quale modello di Roomba ho ricevuto?

Mi è stato inviato il  modello 980 della gamma Roomba con integrato il sistema di navigazione iAdapt® 2.0 con Visual Localization e il controllo da app.

 

La prima cosa che ho fatto è

Leggere il libretto di istruzioni

( tutti dovrebbero leggere questo libricino prima di iniziare ad usarlo: fa evitare perdite di tempo ed errori! )

La  seconda cosa è stata metterlo in carica per 3 ore e nel frattempo installarea App.

Perché, diciamocelo, era proprio la questione app che mi interessava di più:  programmare le pulizie di casa  da cellulare è roba futuristica! Ho pubblicato un  mini video delle operazioni iniziali nel mio canale IGTV ( eccolo )

Ebbene sì, ho chiamato Bender il mio Roomba. Si, proprio come il malefico Robot di Futurama!

La App è molto intuitiva ed è stato facile programmare la pulizia settimanale. Si possono scegliere variabili e, udite udite, controllare il percorso di pulizia del Roomba. Ecco un esempio dei primi percorsi del mio amato  ❤️Bender ❤️

 

Alcune delle mie perplessità erano:

Ma pulirà davvero ogni angolo della casa?

Come farà a ricordare dove ha pulito?

Ma quando si scarica cosa succede? Devo accorgermene e metterlo in carica?

Tutti questi dubbi sono stati sciolti leggendo  Come il nuovo sistema di navigazione iAdapt® 2.0 con localizzazione ottica di iRobot, consente a Roomba 980 di elaborare una mappa dell’ambiente.

Foto presa dal sito Irobot perché mostra come lavorano i sensori

Man mano che la stanza viene pulita, tiene traccia delle proprie posizioni finché non ha terminato di pulire tutto la superficie. Utilizzando la mappa, Roomba 980 rimane in funzione ininterrottamente per circa 2 ore, torna automaticamente alla Home Base® per ricaricarsi e riprende a lavorare finché non ha terminato la pulizia.

Ho scoperto che grazie ai suoi numerosi sensori riesce ad adattare il percorso in base alle esigenze del caso, arrivando sotto i mobili o girando attorno alle zone più ingombranti ( tipo il baule dei giochi di Antonio! )

Dopo queste doverose spiegazioni tecniche, ecco i miei pro & contro!

Posso ritenermi più che soddisfatta.

L’unico punto a sfavore è il prezzo, ma totalmente ovviabile con un piccolo finanziamento: ogni grande catena di distribuzione propone questo tipo di acquisto.

Il mio consiglio finale è quello di approfittare del Black Friday e correre ad acquistarlo!

Non ve ne pentirete!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Blogacavolo utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi