casa

OUR LITTLE LAB – Il piccolo laboratorio #1

Ciao, è ufficiale: ieri abbiamo finito di dipingere e pulire l’ “OUR LITTLE LAB”, il piccolo laboratorio cre-attivo che ho deciso di aprire con le mie amiche Candida e Stefania. Un piccolo laboratorio in pieno centro a Taranto che sarà sede distaccata dell’associazione culturale di cui facciamo parte. Cosa? Non sai di cosa stia parlando? Male, molto male! Vuol dire che non mi segui sui social ( puoi rimediare  cliccando sulle icone in alto!). Sotto certi punti di vista ti capisco e quasi ti giustifico: sono una tale stalker! Sempre a postare novità, foto, post sui progressi dell’Our Little Lab! Foto come questa in cui riprendo Gio mentre dipinge i muri.

Comunque a parte gli scherzi, finalmente ci siamo: è arrivato il bello per una blogger che adora arredare ( sarei io, eh!).  Finito di ramazzare l’ultimo granello di polvere, tolta l’ultima macchia di vernice non mi resta che decidere lo stile della mia postazione!

Cercavo una postazione confortevole quando mi sono imbattuta in una pagina del nuovo catalogo Ikea e ho visto lei: la MIA scrivania ideale dal nome impronunciabile!

IKEA FALKHÖJDEN

Una scrivania rosa perchè ormai è ufficiale: mi sono convertita a questo colore, ma a modo mio però! Un rosa che sarà un po’ romantico ma anche dark. Sdrammatizzerei questo rosa attraverso l’uso del nero e con un tocco natura ( non posso vivere senza il verde!). Come nelle foto-proposta del sito Ikea. Hanno usato la carta da parati Labama di Carta da Parati anni ’70 a fondo nero con motivi di fiori ed uccellini: un amore!

Mi piacerebbe dipingere di nero effetto lavagna un supporto in compensato ( non mi va di avere una soluzione definiva come quella del muro dipinto!). Trasformare questo supporto in una specie di pegboard ( qui a Taranto non ho trovato neanche un rivenditore!).  Una soluzione tipo questa di Studio Bomba!

Studio-Bomba-Australia-9 pegboard black

Vorrei delle mini mensole tipo quelle di questa soluzione postata da Petit and Small. Mini-mensole che all’origine erano dei porta-spezie Ikea modello Bekvam ( purtroppo non disponibile in Italia!) ridipinti per l’occasione di un bel menta.

pegboard shelves

Mi ci vorrà sicuramente una sedia comoda: io lasciai gli occhi ( ma anche il sedere a dirla tutta!) su Move, lo sgabello ergonomico di Varier. Ti ricordi, lo testai inconsapevolmente a Milano in primavera durante l’incontro Blogger CF Style ( te ne parlai qui )

Già mi immagino con le chiappe incollate su questa comodissima sella!

Purtroppo tutto quello che ho immaginato in queste ultime settimane potrebbe restare solo un sogno perchè sono a corto di denaro. Sfiga delle sfighe: il mio contratto lavorativo è scaduto il giorno prima che facessi l’incidente e per ora sono senza stipendio. Impossibilitata a lavorare  come extra perchè fare il cameriere comporterebbe star troppe ore in piedi e fisicamente ancora non ce la faccio. Insomma: un bel guaio! A meno che Ikea o Varier Furniture, e Carta da Parati anni’70 decidessero di diventare dei miei sponsor ( io ci spero!).

Quindi, coff coff ( tossire mi conferisce un’aria solenne, vero?):

MR. Ikea, MR. Varier e MR. Carta da Prati Anni’70 vorreste gentilmente esaudire il desiderio di una povera terrona a corto di denari e claudicante quindi impossibilitata a lavorare per i prossimi mesi? Le fornireste il materiale dei suoi sogni?  ( Ecco quello che vi chiede il mio mono-neurone incidentato!)

Aspettando buone nuove, ci leggiamo al prossimo post.

Un abbraccio!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Blogacavolo utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi