cucina

KitchenAid, come e perché ho scelto il modello Classic

KitchenAid: finalmente sei mio! L’elettrodomestico più cool è finalmente a casa mia, dopo mesi di rinunce: ho lesinato su uscite serali, colazioni al bar, parrucchiere, estetista ( no, non sono diventata una abominevole baffuta donna pelosa se è questo che pensavate… però sono dimagrita! ). Io prezzo è medio alto, però non mi sono fatta scoraggiare ( beh un po’ si! ). Bene, per farla breve: ho acquistato la planetaria KitchenAid

Prima di comprarlo mi sono documentata e ho monitorato vari siti. Il modello a me più congeniale, visto che ne farò solo un uso domestico, è stato quello Classic di colore bianco. Vi spiego perché…

Ecco i 5 punti che mi hanno fatto scegliere il modello KitchenAid Classic ( anziché il modello Artisan ):

  1. Non ho una pasticceria e non mi serve un motore che abbia prestazioni altissime ( sinceramente, io non  impasto molto prodotto per molte ore quindi non rischierei un eventuale surriscaldamento del motore)
  2. Il bianco non passa mai di moda, costa meno e potrei personalizzarlo con degli stickers ( la versione Classic ha solo il bianco come colore ma chissenefrega! )
  3. Ha comunque la dotazione base delle 3 fruste e la ciotola da 4,3 litri compresa nel prezzo ( che poi sono i tre attrezzi che più si usano…ditemi voi quante volte usereste il tritacarne! )
  4. Tutti gli accessori acquistabili successivamente sono compatibili anche con questo modello ( ho in lista sia l’attrezzo per la pasta che quello per le verdure )
  5. il PREZZO: per una entry level della KitchenAid direi che sia perfetto!

La linea di accessori è davvero infinita, vi giro questa infografica super…

Il modello Classic fa della semplicità la sua forza: ha un solo tipo di colore e un design semplice rispetto agli altri modelli della stessa marca.

Nella versione dotazione base c’è la frusta a filo, la frusta piatta e il gancio impastatore, oltre alla ciotola in acciaio da 4,3 litri.  Manca solo il coperchio para schizzi che di solito c’è nella versione Artisan.

Insomma, per ora sono soddisfatta della mia Kikì ( si, le ho dato un nome! ) perché a parte per le dimensioni si differenzia di poco dal costosissimo Artisan.

Vi lascio il link diretto alla planetaria  KitchenAid Classic che ho acquistato su Amazon (il pacco mi è stato  consegnato gratis in 3 giorni…grazie a Prime )

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Blogacavolo utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi