lifestyle

Addio Richard Sapper, il designer della mia prima TV

Ciao, ho appena appreso della morte di Richard Sapper. Magari non lo conosci, ma il designer tedesco  ha legato la sua fama a numerosi oggetti di uso quotidiano in stile minimalista. Uno di questi è stato il mio primo televisore da bambina. Il mitico Brionvega DONEY, che per me era una sorta di scatola magica arancio-rossa con l’antenna. Quanto mi piacerebbe riaverlo, chissà che fine ha fatto! 

Il mitico televisore a valvole per Brionvega

Il mitico televisore Brionvega

Doney per Brionvega

Ma oltre a produrre il “mio primo televisore”, Sapper produsse anche

  Il telefono Grillo per Siemens ( che ancora abbiamo!)

Il mitico telefono Grillo dal sofisticato ed inconfondibile design.

Il meraviglioso e minimale telefono Grillo dal sofisticato ed inconfondibile design.

Il mitico bollitore Kettle per Alessi ( mi ricordo ancora il suo fischio!)

Il Kettle nella sua semplice eppure elegante forma è inconfondibile!

Il Kettle nella sua semplice eppure elegante forma è inconfondibile!

La lampada Tizio per Artemide

La lampada snodabile in policarbonato vero oggetto di culto. Si sposa in ogni tipo di ambiente ed è un oggetto intramontabile.

La lampada snodabile in policarbonato vero oggetto di culto. Si sposa in ogni tipo di ambiente ed è un oggetto intramontabile.

La sedia Tosca per Magis

Un angolo dello studio di Sapper: la sedia Tosca per Magis, la lampada da tavolo Tizio, alcuni pezzi di famiglia e il disegno di un cane fatto da un illustratore del Financial Times. Caos e design.

Un angolo dello studio di Sapper: la sedia Tosca per Magis, la lampada da tavolo Tizio, alcuni pezzi di famiglia e il disegno di un cane fatto da un illustratore del Financial Times. Caos e design.

Potrei elencare e mostrarti oltre 30 prodotti di design di Sapper, ti basta pensare che è stato premiato con dieci Compassi d’Oro (ottenuti dal 1960 al 1998) più un undicesimo premio (alla carriera) nel 2014. Per me è stato un vero genio perchè i suoi prodotti esprimono appieno il significato che io ho sempre dato alla parola “design”:

Una combinazione di innovazione tecnica e purezza delle forme abbinate all’uso quotidiano.

Infondo credo che se un oggetto non può essere apprezzato ed usato da tutti non è un oggetto di design ma solo un pezzo da “museo” inutile e fine a se stesso.

Questo post l’ho scritto per celebrare non solo il design ma salutare un mito, il mio mito: RICHARD SAPPER, l’inventore della mia prima scatola magica!

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Blogacavolo utilizza i cookie per fornirti la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi